Joksimovic e Frattini su integrazione Ue e riforme

Joksimovic e Frattini su integrazione Ue e riforme

Joksimovic e Frattini su integrazione Ue e riforme

Il ministro per l’Integrazione europea della Serbia Jadranka Joksimovic ha avuto nel mese di aprile un colloquio a Belgrado con l’ex ministro degli esteri Franco Frattini. Nel corso dell’incontro svoltosi a Belgrado sono stati affrontati alcuni tra i temi ad oggi al centro del dibattito a livello regionale e nazionale riguardanti il processo di integrazione europea della Serbia e l’andamento del programma di riforme, la strategia di allargamento ai Balcani occidentali annunciata di recente dalla Ue e la situazione generale nella regione.

Frattini, nel suo ruolo di consigliere del presidente serbo per la tematica europea, ha espresso la sua soddisfazione per l’andamento delle riforme che, a suo avviso hanno dato risultati concreti anche ai fini dello sviluppo dell’economia e dell’attrazione di nuovi investimenti.

Il ministro serbo dell’integrazione europea ha dichiarato, in occasione dell’incontro con Frattini, di aspettarsi che la Serbia, fino al termine della presidenza bulgara della Ue a fine giugno, potrà aprire altri cinque capitoli negoziali con l’UE tra i quali: capitolo 33 (affari finanziari e di bilancio), 9 (servizi finanziari), 13 (pesca), 18 (statistica) e 17 (unione economica e monetaria).

Infine, Joksimovic e Frattini hanno concordato nel ritenere che la stabilità della regione balcanica è di grande importanza anche per l’Unione europea.

Fonte: Ministero per l’Integrazione europea della Serbia, 13/04/2018
http://www.mei.gov.rs/srl/vesti/1339/188/463/detaljnije/j-joksimovic-i-fratini-srbija-je-posvecena-napretku-i-stabilnosti-regiona/